AL COMITATO CROCE ROSSA DI GIOIA TAURO, ATTIVITA’ DI VOLONTARIATO CON LO SCREENING OCULISTICO GRATUITO.

AL COMITATO CROCE ROSSA DI GIOIA TAURO, ATTIVITA’ DI VOLONTARIATO CON LO SCREENING OCULISTICO GRATUITO.

Il percorso di evoluzione della solidarieta continua. Il progetto sostenuto da Fondazione Con il Sud denominato “Volontari Vagabondi” centra l’obiettivo della prossimità, grazie all’ottima sinergia con il Comitato Croce Rossa di Gioia Tauro, presieduto dalla Presidentessa dott,ssa Maria Giovanna Ursida. Circa cinquanta persone ,dalle 9 alle 13 , in modo gratuito sono state sottoposte a screening oculistico ,consentendo l’individuazione preventiva di patologie oculari, che possono essere curate in tempo.Il progetto che da oltre un anno e mezzo ,attraversa i comuni della Città Metropolitana ,ritorna a Gioia Tauro,dopo la tappa dello scorso anno alla scuola elementare. “Con il Comitato Croce Rossa Italiana di Gioia Tauro – afferma la presidentessa Ursida – abbiamo aderito al progetto perché nella nostra  mission è presente la possibilità di offrire alla popolazione, in modo gratuito,servizi di prevenzione medica e di sensibilizzazione alle disabilità ed è importante realizzare sinergie e fare rete.” .Disagio sociale,economico e psico-fisico, sono alla base dell’azione dei “Volontari Vagabondi”  ,con la disponibilità di medici oculisti volontari  e con la professionalità della manager e direttrice di progetto dott.ssa Monica Moscia che traccia un equilibrato resoconto del lungo percorso di evoluzione solidale.”Un percorso di oltre sedici mesi, con la grande soddisfazione di conoscere realtà di volontariato come il Comitato Croce Rossa Italiana di Gioia Tauro,ben strutturate sul territorio e con qualificate azioni di prossimità. Dopo tanti mesi su strada,abbiamo incontrato tantissima gente che è stata sottoposta  gratuitamente agli screening oculistici, ma abbiamo anche avuto un grande riscontro di fidelizzazione tra volontari e beneficiari che vivono  la disabilità. In luoghi come il nostro non è facile fare emergere il disagio e stimolare la cittadinanza, ma con azioni strutturate siamo riusciti a centrare i nostri obiettivi.”

AFRICO,PERFETTA SIMBIOSI TRA POPOLAZIONE E VOLONTARIATO.

AFRICO,PERFETTA SIMBIOSI TRA POPOLAZIONE E VOLONTARIATO.

Agosto consuma i suoi giorni ed il tempo della solidarietà  si ferma nelle stanze del municipio di Africo.Lo screening oculistico gratuito ,del progetto sostenuto da Fondazione Con il Sud,prosegue ,con la serie di visite del dott. Roberto Polito , che con abnegazione e competenza, senza sosta svolge il suo lavoro  visitando decine e decine di persone.La sinergia con l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Bruzzaniti ,si traduce con l’ottima organizzazione logistica e di accoglienza sul territorio.Gli obiettivi di evoluzione della solidarietà si raggiungono incontro  dopo incontro, con l’ attività di volontariato solidale che si sostituisce all’assenza di presidi sanitari  .”Siamo sempre sul territorio-afferma la manager del progetto Monica Moscia- con belle sinergie ed è  sempre positivo rivalutare le periferie locali, per essere tra la gente,con l’importante  contributo di gente che occupa parte del proprio tempo professionale come l’oculista dott.Roberto Polito o il dott.Fulvio D’Ascola responsabile comunicazione del progetto, che insieme a me condividono i percorsi che attraversano il nostro lungo tour nell’area della Città Metropolitana di Reggio Calabria.”Tante persone sono state   visitate per prevenire o controllare vasculopatia e maculopatia  oculare ,riscontrando diverse patologie  evidenziate con l’accurata visita medica.La rete deille amministrazioni aderenti al progetto ha raggiunto  23 comuni ,incrementando  il numero iniziale di 14 adesioni.”Non esistono montagne insormontabili, ma condivisioni possibili “.Donare porzioni di tempo è  importante,mentre agosto consuma i suoi giorni con l’evoluzione della solidarietà dei Volontari Vagabondi.

Volontari Vagabondi con il partner Pro Loco del Comune di Roghudi, per una serata all’insegna della valorizzazione delle tradizioni popolari grecaniche

Volontari Vagabondi con il partner Pro Loco del Comune di Roghudi, per una serata all’insegna della valorizzazione delle tradizioni popolari grecaniche

Continua in questa calda estate 2018 l’azione di prossimità e di animazione territoriale dei “Volontari Vagabondi” presenti all’evento di piazza di giorno 7 agosto organizzato dalla Pro Loco del comune di Roghudi, partner di progetto, e dalla Comunità del Cibo “Il grano in Aspromonte” di Slow Food Reggio Calabria Area Grecanica. Una festa della gente per la gente, un’occasione di svago e di allegria per i tanti turisti intervenuti all’evento, ma soprattutto un momento di convivialità ed incontro per i cittadini del piccolo comune grecanico, che vede la presenza predominante di una popolazione anziana. “CORDEDDHI CUNDUTI” – La grande festa della pasta, rientra negli eventi del ricco calendario del Festival Paleariza organizzati per promuovere la conoscenza delle produzioni e dei cibi della Calabria Greca: Fajì Kalò – Cose Buone Prodotti, Cibi e Cucina della Calabria Greca. I “Volontari Vagabondi”, presenti all’evento con l’animatrice di zona La Mantia e la volontaria Alecce, ospitati presso lo stand di  Slow Food Reggio Calabria Area Grecanica, hanno avuto la possibilità di dare visibilità al progetto attraverso le locandine, brochure e volantini distribuiti ai tantissimi visitatori dello stand e della manifestazione di piazza, in un clima conviviale ed informale, dove l’allegria ha accomunato tutti, grazie alla magia della musica popolare, del suono del tamburello che  ha scaldato i cuori e ha fatto rivivere antiche emozioni, lasciando il posto alla spensieratezza. Nel corso della serata è stato proiettato un video in cui le arti e le tradizioni popolari rivivono per immagini, suoni, parole recitate nell’antica lingua grecanica dagli anziani del paese. Una serata di gioia ma con un profondo messaggio sociale: attraverso la valorizzazione della tradizione popolare e delle arcaiche preparazioni domestiche dei giorni di festa dell’area ellenofona calabrese, si è voluto valorizzare il ruolo dell’anziano, depositario per eccellenza della saggezza, della storia e della tradizione popolare. La serata si è conclusa con un grande momento di convivialità, e la partecipazione è stata numerosa. “Volontari Vagabondi” …ed il viaggio continua!

Volontari Vagabondi al Castello feudale di Ardore per parlare di “Solidarietà attiva”

Volontari Vagabondi al Castello feudale di Ardore per parlare di “Solidarietà attiva”

Proseguono le attività dei “Volontari Vagabondi” sul territorio, con la partecipazione al meeting sulla “Solidarietà Attiva”, una splendida serata che si è tenuta giorno 7 agosto presso l’incantevole location del Castello feudale di Ardore, organizzata dal circolo della Locride Associazione Onlus Medici in Africa, a cui ha partecipato come relatrice la Responsabile del progetto Monica Moscia. Dopo i saluti istituzionali del sig. sindaco di Ardore, dott. Giuseppe Maria Grenci, è intervenuto Padre Rocco Spagnolo, scrittore e superiore della comunità religiosa de “I Missionari dell’evangelizzazione” che ha trattato il concetto di solidarietà dal punto di vista cristiano. A seguire l’intervento del dott. Roberto Polito, medico oculista, autore del libro di poesie “Proiezioni interiori” e “volontario vagabondo”. Il dottore Polito, infatti, fa parte delle squadre dei Volontari da luglio 2017 e con lui si è avviata la specifica campagna di prevenzione contro malattie come la retinopatia diabetica, vasculopatia, maculopatia, partita proprio dal Comune di Ardore e proseguita su diversi comuni della Locride. Chiaro il messaggio della serata, dedicata alla memoria di una religiosa che ha speso la sua vita per il prossimo: la solidarietà, quella vera, è fatta di azioni concrete non di parole vuote e retoriche, è l’espressione di un agire di uomini e donne che, in modo libero, spontaneo e gratuito, offrono il loro tempo e risorse non solo materiali ma soprattutto umane, per gli altri, per chi è in disagio o vive ai margini. La serata si chiude con l’intervento della Responsabile di progetto, Monica Moscia, che ad un pubblico numeroso e partecipe racconta il bel viaggio durato 18 mesi dei “Volontari Vagabondi”, l’evoluzione della solidarietà, un progetto esemplare sostenuto da Fondazione Con il Sud, che nasce con l’esigenza di creare una nuova dimensione del volontariato, con la solidarietà a domicilio per persone disabili o in disagio, una solidarietà vera, autentica, attraverso le consulenze professionali e gli screening  oculistici gratuiti, che ha permesso di raggiungere ad oggi più di 2.000 utenti, perché “l’opera umana più bella è di essere utile al prossimo”.

VOLONTARI VAGABONDI A RIACE, IL PAESE DELL’ACCOGLIENZA

VOLONTARI VAGABONDI A RIACE, IL PAESE DELL’ACCOGLIENZA

Continua il viaggio di Volontari Vagabondi, che arrivano a Riace, accolti con entusiasmo dalla comunità multietnica del comune guidato dal sindaco Mimmo Lucano. Il paese è divenuto noto in tutto il mondo per il suo esempio di integrazione ed accoglienza dei migranti e rifugiati. Molti sono ,nel piccolo paese, i residenti extracomunitari che beneficiano in questa giornata dello screening oculistico gratuito per la prevenzione delle malattie come la retinopatia, la maculopatia, la vasculopatia: su 54 utenti, ben 33 sono persone di origine straniera. Il dottore Polito accoglie tutti con un sorriso, mentre bambini chiassosi giocano fuori nel cortile del Municipio che si affolla di persone, tutte in attesa per la visita. Volontari Vagabondi, ancora una volta, centra il suo obiettivo, essere vicino al prossimo, essere accanto a chi è in difficoltà, a chi è ai margini della vita sociale, grazie al servizio encomiabile dei volontari professionisti che, come il dottore Polito, hanno detto sì senza riserve, perché “Vi è più gioia nel dare che nel ricevere”.

Giornata della prevenzione a Caraffa del Bianco: l’utilità sociale di Volontari Vagabondi

Giornata della prevenzione a Caraffa del Bianco: l’utilità sociale di Volontari Vagabondi

Volontari Vagabondi fa tappa a Caraffa del Bianco, piccolissimo comune alle pendici dell’Aspromonte ,con una popolazione di circa 600 abitanti. Dalle prime ore del mattino, una ventina di persone, quasi tutte anziane, attendono nell’ambulatorio della guardia medica locale. Per loro il tempo è una variabile lenta da trascorrere, quando si è  anziani e si vive in un  piccolo borgo,ogni occasione di socializzazione diventa importante. Il dottore Polito,medico oculista volontario, le accoglie sorridente, le ascolta, con grande professionalità ed umanità, perché ognuno ha la propria storia da raccontare, in questa caldissima mattina di fine maggio. A Caraffa del Bianco Volontari Vagabondi dimostra ancora una volta la propria utilità sociale.La manager del progetto dott.sa Monica Moscia è sorridente ed afferma “Grazie a questa giornata della prevenzione si è potuto offrire alla cittadinanza un servizio importante di prevenzione medica con lo screening oculistico itinerante gratuito per patologie come la retinopatia diabetica, maculopatia, vasculopatia. Alcune delle persone raggiunte oggi, infatti, non avevano mai effettuato un controllo alla vista e diverse non si facevano controllare ormai da svariati anni. Un grazie particolare va al dottore Polito Roberto, per il servizio volontario gratuito reso, all’Amministrazione locale con il sindaco Dott. Marrapodi Umberto Stefano, al dott. Toscano Antonino, per la disponibilità dimostrata.” Un percorso iniziato da oltre un anno, con grandi risvolti sociologici, come spiega il responsabile della comunicazione dott. Fulvio D’Ascola”Lo screening oculistico è l’arma vincente della prossimità e grazie all’azione del dott. Polito,il territorio della Locride ha avuto la possibilità di avere l’opportunità di avere visite oculistiche gratuite per quelle fasce di popolazione debole ed anziana,che a volte è penalizzata dalle distanze tra periferia e centro nella fruizione dei servizi”. Questo è Volontari Vagabondi, l’evoluzione della solidarietà, un progetto ideato per migliorare la qualità della vita delle persone più ai margini, in difficoltà, una scommessa vinta come dimostrano i numeri ad oggi raggiunti: oltre 1.500 persone sottoposte a screening visivo, oltre 300 utenti beneficiari delle consulenze itineranti nei 20 comuni della rete sociale costruita in tutti questi mesi.

Lettore di Pagina Press Enter to Read Page Content Out Loud Press Enter to Pause or Restart Reading Page Content Out Loud Press Enter to Stop Reading Page Content Out Loud Screen Reader Support

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi