Jessica, avvocato e Volontaria Vagabonda, si racconta

Jessica, avvocato e Volontaria Vagabonda, si racconta

L’Avvocato Jessica Tassone, brillante professionista di Caulonia e donna molto attiva nel sociale, racconta in questa intervista la sua esperienza per Volontari Vagabondi, un incontro casuale che si è trasformato in una bellissima realtà solidale.

Jessica, raccontaci di te

Sono una persona dinamica, nata a Torino da madre Piemontese e padre Calabrese, cresciuta in Calabria. Sin da piccola il mio sogno è stato fare l’avvocato, sognavo  di dare giustizia alle persone  colpite da reati, di far rispettare le leggi e i valori costituzionali cui esse sono ispirate. Mi sono diplomata al Liceo Scientifico di Roccella Jonica e ho così intrapreso il percorso Universitario che si è concluso con la Laurea in Giurisprudenza. Ho iniziato a lavorare in uno studio legale della Locride prima ancora di laurearmi e da lì il mio percorso lavorativo è stato un continuo crescere. Ho frequentato molti corsi di specializzazione infatti sono Mediatore Familiare e Penale Minorile, Mediatore e Conciliatore Civile ed Esperto nella gestione delle Crisi familiari. Titolare di studio professionale sin dal 2009, nel corso dell’esperienza lavorativa ho maturato una profonda inclinazione per le problematiche del sociale fino a quanto il 09.10.2016 ho fondato l’associazione DoMino di cui sono Presidente. DoMino è un’associazione senza scopo di lucro che si occupa di Donne e Minori in situazioni di disagio, vittime di maltrattamenti e violenze. Si occupa di formazione e campagne di sensibilizzazione alla parità di genere. Sono sposata, ho un marito paziente e collaborativo e due meravigliosi figli, una bimba di anni 7 e un bimbo di 5.

Sei un “Volontario Vagabondo”, raccontaci questa esperienza

A Gennaio 2018, ho iniziato a vedere circolare sui social le iniziative dello screening oculistico  e sono rimasta davvero colpita. Ho iniziato così ad informarmi e a prendere contatti con la Responsabile di Progetto, la dott.ssa Monica Moscia. Ci siamo incontrate e… che dire il suo entusiasmo unitamente alla validità del progetto mi hanno totalmente  coinvolta. E’ così iniziata questa bellissima e gratificante esperienza .

Ho messo a disposizione dei più deboli la mia professione, facendo capolino nei vari paesi della costa Ionica e Locridea e nell’ entroterra. Da Ardore a Bivongi, Taurianova, Cittanova e Polistena fino a Reggio Calabria ho incontrato le più disparate situazioni: disagio economico, emarginazione sociale, famiglie monogenioriali, famiglie con disabili, tutti utenti uniti da un denominatore comune: la solitudine.

Sì, è il senso di abbandono e di inadeguatezza, quello che più è emerso negli incontri. Situazioni di disagio che potrebbero essere migliorate se solo tutti collaborassimo: compaesani, parroci, Istituzioni, ognuno per quanto possibile anziché rimanere indifferenti dinanzi ai bisogni dell’altro.

Ringrazio così Monica Moscia e tutta la Sua e, ormai, la nostra, splendida squadra che grazie a questo progetto è riuscita ad entrare dove molti si rifiutano di avvicinarsi, girando il volto dalla parte opposta!

Grazie a Jessica per questa sua testimonianza, e grazie a Fondazione CON IL SUD che ha reso possibile tutto questo!

“NON ESISTONO MONTAGNE INSORMONTABILI MA CONDIVISIONI POSSIBILI”.

DIVENTA VOLONTARIO VAGABONDO ANCHE TU, TI ASPETTIAMO!

Seguici sui social

pagina FB www.facebook.com/volontarivagabondi;

piattaforma www.volontarivagabondi.it;

contattaci al numero 328 5345492

 

S. Ilario dello Ionio accoglie i Volontari Vagabondi a Palazzo Speziali – Carbone  per lo screening oculistico gratuito

S. Ilario dello Ionio accoglie i Volontari Vagabondi a Palazzo Speziali – Carbone per lo screening oculistico gratuito

I Volontari Vagabondi arrivano a S. Ilario dello Ionio, piccolo comune della Locride, accolti splendidamente dall’amministrazione comunale, nella persona del sindaco Pasquale Brizzi, e dalla cittadinanza che ha partecipato numerosa alla giornata della prevenzione visiva, organizzata in modo impeccabile dall’animatrice di zona Maria Teresa D’Agostino.

Il medico oculista volontario, dott. Roberto Polito, con grande professionalità e dedizione, ha effettuato lo screening a 34 utenti-beneficiari, per la maggior parte anziani e con diverse problematiche di salute, oltre che a 11 ospiti dello SPAR, per un totale di 45 utenti. Presente e instancabile la manager del progetto, Monica Moscia, sempre attenta a ogni singolo dettaglio.

L’utilità sociale del progetto emerge chiara anche in questa ultima tappa del lungo tour solidale condotto su ben 22 comuni della Città Metropolitana: migliorare la qualità della vita delle persone “disabili” nell’accezione più ampia del termine, offrendo loro un servizio gratuito e volontario “a domicilio”. E’ solo grazie a persone speciali come il dott. Polito, noto professionista, che si è messo al servizio del prossimo donando la propria competenza e professionalità per gli altri, che Volontari Vagabondi ha centrato il suo obiettivo, perché “l’opera umana più bella è di essere utile al prossimo”.

Volontari Vagabondi, l’evoluzione della solidarietà… ed il viaggio continua.

Volontari Vagabondi a Portigliola con lo screening oculistico gratuito nella giornata mondiale della vista

Volontari Vagabondi a Portigliola con lo screening oculistico gratuito nella giornata mondiale della vista

   

I Volontari Vagabondi arrivano a Portigliola, piccolo comune della città metropolitana di Reggio Calabria, nel cuore dell’area grecanica, ad un passo dall’antica Locri Epizephiri, in un giorno speciale e ricco di significato. La data dello screening oculistico gratuito organizzato per l’11 ottobre 2018 coincide, infatti, con la giornata mondiale della vista, che si celebra ogni anno il secondo giovedì del mese di ottobre, un’occasione in più per far riflettere sull’importanza della prevenzione. L’accoglienza dell’amministrazione comunale, che ospita i Volontari Vagabondi presso la bella Sala consiliare di Portigliola, è impeccabile e durante la mattinata si registra un’affluenza numerosa di cittadini, per lo più anziani, che sono stati visitati dal dott. Polito Roberto, noto medico oculista di Ardore, che è entrato a far parte della “squadra dei volontari vagabondi” da luglio 2017. La giornata è stata un successo, con ben 44 visite effettuate, e Volontari Vagabondi centra ancora una volta l’obiettivo, cioè offrire un servizio di utilità sociale alla cittadinanza e far comprendere l’importanza della prevenzione. Solo attraverso un controllo periodico, effettuato esclusivamente presso un medico oculista, si possono prevenire o curare eventuali patologie degli occhi che, se trascurate, possono ridurre fortemente la capacità visiva, sino a portare, in alcuni casi, all’ipovisione e alla cecità. Sinceri ringraziamenti vanno al sig. sindaco di Portigliola Dott. Rocco Luglio, per la sensibilità dimostrata nell’accogliere l’iniziativa sostenuta da Fondazione Con il Sud, al vicesindaco dott. Marando Antonio ed al consigliere Musolino Domenico, presenti all’evento organizzato egregiamente dall’animatrice di zona dott.ssa Maria Teresa D’Agostino. Volontari Vagabondi, l’evoluzione della solidarietà… ed il viaggio continua!

Lettore di Pagina Press Enter to Read Page Content Out Loud Press Enter to Pause or Restart Reading Page Content Out Loud Press Enter to Stop Reading Page Content Out Loud Screen Reader Support

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi