Screening oculistico nella scuola  “Radice-Alighieri”,la prevenzione centralizza le periferie

Screening oculistico nella scuola “Radice-Alighieri”,la prevenzione centralizza le periferie

Centoventi visite,la periferia diventa centro con  lo screening oculistico gratuito di “Volontari Vagabondi” che, nel plesso di Arghillà dell’I.C. “Radice-Alighieri” ,realizza l’evoluzione della solidarietà tra gli alunni della scuola elementare. L’ottima organizzazione logistica,con la fattiva collaborazione del dirigente scolastico Simona Sapone,permette di effettuare la prevenzione oculistica agli alunni,ai docenti ed al personale amministrativo ,offrendo un importante servizio alla collettività. Dati positivi ,con scarsa incidenza di disturbi oculistici negli allievi,appartenenti ai plessi di Catona e Salice,fanno comprendere dal punto di vista sociologico sanitario,come sia preminente le loro attività all’aria aperta- funzione gioco aggregante- con poco o dosato uso di tecnologia multimediale,evidenziando anche la prevenzione e l’attenzione effettuata dai genitori per la salute del proprio figlio.Il progetto sostenuto da Fondazione Con il Sud denominato “Volontari Vagabondi” ha scelto la periferia di Reggio per diffondre, con  lo screening oculistico  gratuito ,l’importanza della prevenzione e la consapevolezza dei disagi visivi. Dopo 16 mesi di attività on the road,le migliaia di utenti coinvolti diventano l’obiettivo raggiunto nel progetto che ha creato una rete importante tra 18 comuni della Città Metropolitana di Reggio Calabria.

AL COMITATO CROCE ROSSA DI GIOIA TAURO, ATTIVITA’ DI VOLONTARIATO CON LO SCREENING OCULISTICO GRATUITO.

AL COMITATO CROCE ROSSA DI GIOIA TAURO, ATTIVITA’ DI VOLONTARIATO CON LO SCREENING OCULISTICO GRATUITO.

Il percorso di evoluzione della solidarieta continua. Il progetto sostenuto da Fondazione Con il Sud denominato “Volontari Vagabondi” centra l’obiettivo della prossimità, grazie all’ottima sinergia con il Comitato Croce Rossa di Gioia Tauro, presieduto dalla Presidentessa dott,ssa Maria Giovanna Ursida. Circa cinquanta persone ,dalle 9 alle 13 , in modo gratuito sono state sottoposte a screening oculistico ,consentendo l’individuazione preventiva di patologie oculari, che possono essere curate in tempo.Il progetto che da oltre un anno e mezzo ,attraversa i comuni della Città Metropolitana ,ritorna a Gioia Tauro,dopo la tappa dello scorso anno alla scuola elementare. “Con il Comitato Croce Rossa Italiana di Gioia Tauro – afferma la presidentessa Ursida – abbiamo aderito al progetto perché nella nostra  mission è presente la possibilità di offrire alla popolazione, in modo gratuito,servizi di prevenzione medica e di sensibilizzazione alle disabilità ed è importante realizzare sinergie e fare rete.” .Disagio sociale,economico e psico-fisico, sono alla base dell’azione dei “Volontari Vagabondi”  ,con la disponibilità di medici oculisti volontari  e con la professionalità della manager e direttrice di progetto dott.ssa Monica Moscia che traccia un equilibrato resoconto del lungo percorso di evoluzione solidale.”Un percorso di oltre sedici mesi, con la grande soddisfazione di conoscere realtà di volontariato come il Comitato Croce Rossa Italiana di Gioia Tauro,ben strutturate sul territorio e con qualificate azioni di prossimità. Dopo tanti mesi su strada,abbiamo incontrato tantissima gente che è stata sottoposta  gratuitamente agli screening oculistici, ma abbiamo anche avuto un grande riscontro di fidelizzazione tra volontari e beneficiari che vivono  la disabilità. In luoghi come il nostro non è facile fare emergere il disagio e stimolare la cittadinanza, ma con azioni strutturate siamo riusciti a centrare i nostri obiettivi.”

Caterina, parrucchiera e “Volontaria Vagabonda”, si racconta

Caterina, parrucchiera e “Volontaria Vagabonda”, si racconta

La signora Caterina Alecce, per gli amici Katia, è una giovane donna, di professione parrucchiera, una persona speciale con una grande energia positiva, nonostante le difficoltà che ha incontrato nella sua vita, una donna sensibile con un gran cuore, “un’anima bella” che fa parte della famiglia di “Volontari Vagabondi”. In questa intervista Caterina ci racconta la sua esperienza personale, a quasi un anno esatto dal suo primo servizio volontario a domicilio (05/07/2017), che coincide poi con la prima consulenza professionale gratuita eseguita da un professionista per il progetto, una testimonianza preziosa che vogliamo condividere con tutti voi.

Caterina, raccontaci di te

Sono una persona semplice, nata e cresciuta a Torino e poi trasferita al sud, una persona con i valori e i principi calabresi ove, regna sovrano il rispetto per gli altri. Nella mia vita ho sempre lavorato svolgendo diversi mestieri: bracciante agricolo, colf, sarta, onicotecnica, parrucchiera, inoltre, per ultimo ma non meno importante, sono mamma di 3 ragazzi e nonna di un nipote. Ho la passione per il bricolage creativo, mi piace tantissimo realizzare piccoli lavoretti manuali come braccialetti e oggettistica di vario genere, in pratica mi piace definirmi un’artista! Sono solare, allegra, generosa anche se la vita è stata dura con me: mi sono sposata nel 1994 in Calabria, ma disgraziatamente le cose cambiano nel 2009 a causa della prematura perdita di mio marito. Da quel preciso momento ho dovuto farmi forza e ricominciare a lavorare ininterrottamente, cercando sempre di dare il meglio per la mia famiglia.

Caterina, come hai conosciuto i “Volontari Vagabondi”?

Un giorno di maggio 2017 ricevetti una telefonata da parte del sindaco di Roghudi, comune in cui risiedo, il quale mi invitava a partecipare alla presentazione del progetto “Volontari Vagabondi” in un incontro con la cittadinanza organizzato presso l’Access Point. Da qui ebbe inizio il mio viaggio di crescita interiore, perché per comprendere il vero significato del progetto lo si deve sentire nel cuore. Ricordo il mio primo incontro con Monica Moscia, responsabile di progetto, e le mie titubanze: “Quale contributo posso dare io al progetto, da semplice parrucchiera di fronte a professionisti affermati come medici, avvocati ecc?”.  La risposta che mi ha dato è stata disarmante: “Anche tu sei una professionista come gli altri, non importano i titoli di studio…. svolgi un mestiere, hai delle competenze? mettile a servizio degli altri!”. L’incoraggiamento che ho avuto è stata la spinta per credere in me stessa e dare il meglio. Il 5 Luglio 2017 fu il giorno della mia prima consulenza: dopo aver spiegato alla beneficiaria ciò che da lì a poco sarebbe successo, mi riempì d’orgoglio quando vidi la commozione di un semplice gesto dettato dal cuore negli occhi di quella donna. Questa emozione mi ha fatto capire che non serve avere un titolo o denaro per far vivere meglio chi ne ha bisogno.

Ringrazio immensamente il Sindaco per avermi invitata a conoscere questa nuova realtà ed inoltre, è doveroso ringraziare Monica Moscia e tutti i collaboratori che ho conosciuto in seguito, con i quali si è venuto a creare un rapporto pari ad una famiglia acquisita. E quando mi capita di parlare con qualcuno della mia esperienza di ‘volontaria vagabonda’, la frase più frequente che mi sento dire è: “Beata te che trovi il tempo di fare volontariato!” A tutte queste persone mi sento il dovere di rispondere che, se faccio ciò che faccio, non è perché ho più tempo da dedicare ad altro rispetto a loro, ma la differenza sta nell’avere la voglia e la sensibilità di soffermarmi a riflettere e di guardare negli occhi chi ha un bisogno, ed offrire il mio aiuto.

Grazie a Caterina per questa sua testimonianza, e grazie a Fondazione CON IL SUD che ha reso possibile tutto questo!

“NON ESISTONO MONTAGNE INSORMONTABILI MA CONDIVISIONI POSSIBILI”.

DIVENTA VOLONTARIO VAGABONDO ANCHE TU, TI ASPETTIAMO!

Seguici sui social

pagina FB www.facebook.com/volontarivagabondi;

piattaforma www.volontarivagabondi.it;

contattaci al numero 328 5345492

Lettore di Pagina Press Enter to Read Page Content Out Loud Press Enter to Pause or Restart Reading Page Content Out Loud Press Enter to Stop Reading Page Content Out Loud Screen Reader Support

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi